21 volte donna? No, 21 donne per essere come Ivana

Ho “conosciuto” Ivana Di Martino nel 2014 quando mi apparve un post della sua pagina Facebook. Narrava le gesta di un’atleta che percorreva per 21 giorni di fila, in 21 città differenivy50ti un sacco di chilometri.

Mi sono appassionata a quest’avventura e il viso di Ivana mi diventava ogni giorno più famigliare fino a quando non l’ho sentita telefonicamente per poter parlare di lei e delle sue gesta e devo dire che la buona impressione che avevo fino ad allora è diventata estasi per lei allo stato puro. Una ragazza che, nonostante la popolarità, ti mette subito a tuo agio, ti parla e ti apre il suo cuore. Dopo aver parlato con lei avevo ancora il sorriso stampato in faccia per cinque minuti.

Non ha avuto una vita tutta rose e fiori eppure è una moglie, mamma, insegnante, runner e ambasciatrice di un’associazione benefica, insomma una che non molla mai e che riesce ad incastrare perfettamente il suo puzzle.

Ha iniziato la sua avventura sportiva nel 2013: ha corso 21, 097 km per 21 giorni consecutivi, in 21 città italiane diverse. Li ha corsi per se stessa e per trasmettere alle donne un messaggio importante “si può avere un sogno e fare una follia anche a quarant’anni, quando tutti ti guardano e ti dicono che sei pazza”. Ivana è decisamente entrata di merito nel mondo delle mamme matte in fuga!

Nel 2014 ha unito la passione per la corsa e la sensibilizzazione del pubblico ai massimi livelli. Per rappresentare il lungo calvario dei minori in fuga, Ivana ha scelto, con Terre des Hommes, di percorrere simbolicamente 21 tappe, partendo da Lampedusa, e coinvolgendo tutte le città in cui sono presenti Centri di Accoglienza per i migranti: Centri di Primo Soccorso e Accoglienza (CPSA); Centri di Accoglienza (CDA); Centri di Accoglienza Richiedenti Asilo (CARA), Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE).

Questa volta però (visto che è una tipa tosta) ha modificato la formula dei 21 giorni: è partita dalla distanza completa della maratona: 42 km. Nei giorni successivi, ogni giorno ha scalato 2 km, fino alla tappa conclusiva di Milano, per un totale di 467 km.

544894_291052474361495_1642504936_n

E quest’anno, cosa ci propone per il 2015?

Ivana attraverserà l’Italia in orizzontale, in 8 tappe, percorrendo una media di 88 km al giorno: da Ventimiglia, confine italo-francese, attraversando 5 regioni, per terminare a Muggia, sul confine sloveno.

Correrà come ambasciatrice di Dynamo Camp, l’unica struttura italiana di Terapia Ricreativa pensata per ospitare minori le cui vite sono compromesse dalla malattia, per attività ludiche e sportive e un’esperienza di svago, divertimento, relazione e socialità in un ambiente naturale e protetto.

Correrà anche per rafforzare il messaggio che a volte esistere è anche resistere, superando ogni ostacolo, affrontando sempre nuove avventure, che aiutano  a diventare ancora più forti, scoprendo di poter fare cose che non si pensava di poter fare.

Per chiunque volesse sostenere Dynamo Camp e conoscere meglio Ivana, qui di seguito la pagina dedicata alla sua impresa:

http://ww2.dynamocamp.org/iniziativa/rexist-run-unimpresa-a-sostegno-di-dynamo-camp/

deborah_matta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...